Secondo giorno: Cillario Ferrero

 

Durante questa seconda tappa, i ragazzi, accompagnati dalla professoressa Galvagno Rosanilla, dalla collega Riggillo Teresa e da cinque peer educator, si sono addentrati nel mondo della microbiologia; partendo da due grappoli d’uva, uno conservato in frigo e uno no, hanno innanzitutto misurato il pH del mosto utilizzando sia una cartina universale sia il pH-metro.

Alcuni componenti della squadra New Leagich utilizzano il pH-metro

Nelle prime ore, dopo aver ascoltato la spiegazione iniziale della professoressa Galvagno e dei rispettivi peer educator, i ragazzi, suddivisi in piccoli gruppetti, hanno preparato il terreno di coltura (acqua peptonata, in cui sono presenti proteine semplici) che favorirà la crescita di batteri e microbatteri nell’arco di un giorno; usufruendo delle proporzioni, hanno pesato la giusta quantità di terreno, aggiungendo acqua distillata per discioglierlo. Hanno riposto questa sostanza in un matraccio per poi sterilizzarlo per un quarto d’ora a 121 °C alla pressione di 1 atmosfera in un autoclave.

Prelievo dell’acqua peptonata per riporla in un matraccio

Trascorsi i quindici minuti, hanno versato in una delle due capsule Petri una piccola quantità di terreno di coltura, nel quale era già presente degli acini, schiacciati e versati all’interno dell’acqua peptonata disciolta (tre gruppi hanno utilizzato il frutto conservato al fresco, mentre le altre tre hanno usato quella lasciata fuori frigo); dopo aver sigillato la capsula, le hanno riposte nell’incubatrice, che le manterrà a temperatura costante fino a domani.

Le due squadre schierate: i New Leagich (a sin.) e gli Alpha

Che dire? Non resta che attendere domani, quando si tornerà all’Istituto Cillario Ferrero per osservare se qualche batterio sarà comparso o meno. Quale tipo di uva presenterà i micorganismi, mostrandosi inadatta all’essere confezionata e venduta in una macchinetta? Quella conservata in frigo oppure l’altra? E quale potrebbe essere il materiale adatto per mantenere il frutto inalterato?