L’8 ottobre scorso noi, alunni della II C, abbiamo preso parte alla passeggiata fenogliana a San Benedetto Belbo, da anni una felice  tradizione del nostro Liceo.

Per prepararci a questa uscita didattica, abbiamo letto in classe alcuni racconti di Fenoglio.

Durante la passeggiata, tuttavia, trovarci nei  luoghi fino a quel momento esplorati solo tramite la lettura, guidati dalla suadente voce di Paolo Tibaldi, ci ha permesso di immaginare le scene dei racconti come se si svolgessero in quel momento davanti ai nostri occhi: abbiamo provato l’angoscia del bambino che segue il padre al gorgo, alla cui maligna tentazione allude l’acqua simile alla pelle di un serpente; nonostante la giornata di sole, abbiamo tremato di freddo e di paura con il ragazzino trascinato, sotto pioggia e fulmini, ad un pranzo di nozze nella barbara Cadilù; infine abbiamo potuto sbirciare nella “censa” di Placido, eccezionalmente aperta.

Quando, nei giorni successivi, ci è stato proposto un lavoro a gruppi, con la richiesta di rielaborare anche in modo creativo i racconti Un giorno di fuoco, Vecchio Blister e Ma il mio amore è Paco, l’immedesimazione sperimentata a San Benedetto ci ha suggerito i lavori che qui vi presentiamo.

UN GIORNO DI FUOCOvideo

 

 

 

VECCHIO BLISTERvideo

 

 

 

MA IL MIO AMORE È PACOppsx