Nono giorno: Einaudi

Ritrovandosi ormai come di consueto alle due del pomeriggio, in questo penultimo giorno di progetto i ragazzi hanno infine discusso riguardo al prezzo da conferire all’imballo e hanno ultimato la presentazione su Power Point.

Non appena giunte nel laboratorio di informatica, le due squadre, ormai più che agguerrite, hanno trattato nuovamente, assieme al professore Sansalvadore, dell’equazione fondamentale dell’economia (ricavo – spesa = guadagno) entrando nel dettaglio sui costi ipotizzando quali potrebbero essere per ciascun campo.

Schema con possibili prezzi

Quanto erano disposti a pagare per l’imballo e la grafica? E il trasporto, quanto sarebbe venuto a gravare sul guadagno effettivo? Queste erano alcune delle domande a cui i giovani hanno dovuto rispondere e, alla fine, si sono trovati tutti d’accordo nel stabilire che, per comprare la merendina a base di frutta, un ipotetico cliente avrebbe potuto spendere all’incirca 1,20 € che, sottratto a 0,80 € di spesa, comporterebbero 0,40 € di guadagno .

Squadra Alpha con la professoressa Bertolusso e il prototipo (a destra)

Dopo la pausa, i ragazzi, ormai affezionati ai loro prototipi tanto da portarseli sempre appresso, hanno terminato il file iniziato ieri all’APRO che servirà domani per presentare l’intero progetto e l’imballo da loro ideato, esplicitando anche il materiale, la forma, l’estetica e, appunto, il prezzo che intendono utilizzare.

A lavori quasi ultimati, è stata mostrata l’anteprima del video finale, teminato dalla Tutor del progetto, la professoressa Sara Bertolusso, e dalla sottoscritta Peer Mentor. Il filmato ha ottenuto il consenso dei ragazzi, emozionati e un po’ imbarazzati nel vedersi proiettati di fronte a tutti.

Squadra New Leagich con tre peer mentor

Al termine della lezione, dopo varie chiacchiere tra i giovani, le peer educator e il professore, le presentazioni sono state dichiarate pronte per essere mostrate al pubblico domani pomeriggio, quando finalmente si scopriranno tutti i dettagli sui due imballi e verrà dichiarata la squadra vincitrice nell’Istituto “Umberto I”, dove si terrà una festa conclusiva a cui tutti i partecipanti del progetto sono invitati…e, ovviamente, anche i genitori!