Ormai è noto che il Liceo Scientifico “Cocito” è riconosciuto come polo formativo di eccellenza, come dimostrano una serie di dati incontrovertibili:

  • gli ottimi risultati universitari degli ex-allievi
  • le altissime percentuali di superamento dei test di ammissione alle facoltà a numero chiuso
  • gli ottimi risultati delle prove INVALSI, soprattutto per quanto riguarda la matematica
  • la ricchezza e solidità dei programmi svolti in tutte le materie
  • la quantità delle proposte di ampliamento dell’offerta formativa
  • la forte apertura all’esterno, alle lingue straniere, all’informatica e alle scienze integrate
  • i moltissimi contatti col mondo dell’Università e dei Centri di ricerca.

Grazie alla grande attenzione posta, fin dal primo giorno di scuola, nei confronti di ogni allievo e dei suoi stili di apprendimento, tutto questo non è riservato a studenti.

Le dieci ragioni per scegliere il Cocito

Il Liceo scientifico, se lo si vuole fare bene, è una scuola impegnativa, ma al Cocito lo studente che “si fida” e “si affida” non sarà mai lasciato solo, in tutto il suo percorso. Infatti:

Addirittura prima dell’iscrizione, i Docenti si preoccupano del suo successo, attraverso il progetto “Continuità” (rete didattica di oltre 20 scuole medie e superiori di un ampio territorio che va da Montà a Dogliani, da Sommariva Perno a Cortemilia, di cui il Cocito è scuola capofila, nell’ambito della quale i docenti sono in costante contatto e si incontrano periodicamente per armonizzare al massimo, attraverso la ricerca didattica, il passaggio tra medie e superiori – la rete è aperta a qualunque nuova scuola che intenda aggiungersi).

Nei primi giorni del primo anno, scatta il progetto “Accoglienza”: test d’ingresso ben strutturati per individuare con precisione “da dove si può partire” e moduli formativi specifici per l’acquisizione del metodo di studio. Questa parte è curata da tutti i Docenti, in particolare dal Dipartimento di Lettere, in quanto il saper prendere appunti, schematizzare, sintetizzare, collegare ed analizzare un testo (di qualunque disciplina) sono competenze imprescindibili per un metodo di studio efficace.

Collaborazione con la Provincia di Cuneo per la ri-motivazione e l’eventuale ri-orientamento. Se il Liceo Cocito sembra piacere, non bisogna aver paura di non farcela. Al Cocito l’obiettivo è il successo formativo dell’allievo. Si fa tutto il possibile per perseguirlo e, se si constata che, per qualunque ragione (compresa l’assenza di motivazioni adeguate o l’impegno necessario) il rendimento scolastico non è ottimale, nel mese di novembre si effettuano questionari e colloqui personalizzati con educatori professionali, al fine di rimotivare gli allievi e, ove si scopra che il Cocito non fosse coerente col progetto vita dell’allievo, anche un consiglio di riorientamento e di accompagnamento verso un’altra scuola. Grazie a questi strumenti, nonostante l’impegno richiesto, al Liceo Cocito il tasso di insuccesso scolastico, anche nel primo biennio, è molto basso.

Come nella maggior parte delle scuole, anche al Liceo Cocito vi sono i corsi di recupero mattutini (in itinere) e pomeridiani. Al Cocito, vi è qualcosa di importante in più: il tutoraggio (gli studenti del biennio possono chiedere di farsi assistere gratuitamente, al pomeriggio, dai migliori studenti degli ultimi anni, in un contesto coordinato con i docenti) e la piattaforma web di ogni singola classe (che sarà ulteriormente potenziata nei prossimi mesi grazie ad un grande progetto di rete con altri importanti Licei della Provincia).

Gli studenti che lo desiderano possono richiedere di effettuare il quarto anno all'estero oppure di svolgere, alla fine del quarto anno, stage lavorativi convenzionati in Italia o all'estero. Durante il quinto anno vi è un attento ed approfondito orientamento universitario, in modo da aiutare ciascun singolo studente a scegliere la facoltà più coerente con il suo progetto di vita.
La matematica è fondamentale per tutto l’asse scientifico, e viene curata con la massima attenzione per tutti i cinque anni. Il Dipartimento di matematica fa molta ricerca didattica, per cercare di garantire a tutti le massime opportunità, sia attraverso le lezioni mattutine, sia attraverso i progetti integrativi, tra cui le Olimpiadi di Matematica, per le quali il Liceo Cocito è scuola capofila del territorio.

Ormai da molti anni, i risultati INVALSI di matematica degli studenti del Cocito sono eccellenti, fortemente superiori non solo alla media italiana, ma anche a quelle del nord-ovest e del Piemonte.

Le scienze sono sicuramente il fiore all’occhiello del Cocito. Grazie ai suoi numerosi e ben attrezzati laboratori specialistici, il Liceo Cocito è uno dei migliori Licei del Piemonte per quanto riguarda la didattica delle scienze (non per niente è uno dei 5 Licei del Piemonte (l’unico in Provincia di Cuneo) ad essere riconosciuto dall’Ufficio Scolastico Regionale come scuola-polo nel settore delle biotecnologie).

Nei laboratori scientifici del Cocito gli studenti (soprattutto quelli di scienze applicate, che hanno, nel curricolo, molte ore di scienze laboratoriali) potranno partecipare attivamente ad oltre 100 esperimenti muniti di altrettanti rigorosi protocolli scientifici, con l’assistenza di un tecnico di laboratorio qualificato. Tra i settori più significativi: l’estrazione del DNA, la sintesi proteica, l’analisi delle acque. Il laboratorio di biotecnologie è stato recentemente potenziato ed intitolato alla memoria di Paolo Borra, ex-allievo prematuramente scomparso poco dopo la maturità. Le competenze specialistiche acquisite nei laboratori sono particolarmente utili per la prosecuzione degli studi in facoltà scientifiche.

Anche la Fisica è svolta in modo fortemente laboratoriale, grazie a laboratori anche qui molto ben attrezzati (motore di Stirling, strumenti sofisticati nei vari settori, ecc…) e ad un dipartimento molto aperto alla formazione e alla ricerca (corsi di aggiornamento, conferenze, ecc…). Uno dei laboratori di fisica è stato recentemente rinnovato e potenziato grazie ad un importante finanziamento da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.
Fin dal primo anno, la lingua italiana è particolarmente curata, in quanto strumento fondamentale di comprensione di tutte le discipline, nonché di comunicazione. Il Dipartimento di lettere propone molte iniziative integrative, tra cui il Quotidiano in classe, la partecipazione a spettacoli teatrali e le Olimpiadi di Italiano.

Gli studenti degli indirizzi che hanno, nel loro piano di studi, anche il latino (liceo scientifico, corso bilingue e corso con inglese potenziato) usufruiranno di una didattica moderna ed efficace, che abbina il contenuto logico e strutturale con le più moderne tecnologie informatiche (LIM, ecc…) e strategie didattiche, grazie ad una collaborazione col Prof. Malaspina dell’Università di Torino. Il latino diventa così, oltre che materia culturale importante di per sé, anche strumento di allenamento al ragionamento preciso e rigoroso, competenza utile in qualunque facoltà universitaria.
Le lingue straniere sono oggi fondamentali, soprattutto l’inglese, e soprattutto per l’Università. Molti studenti prevedono di studiare in tutto o in parte all’estero, e già oggi in Italia (e a Torino) esistono corsi di laurea in medicina, ingegneria, economia tenuti interamente in lingua inglese. Ecco perché al Cocito è possibile studiare inglese fino a raggiungere livelli eccellenti in tutti i corsi ed ottenere, (il Cocito è sede d’esame e polo formativo riconosciuto ufficialmente dal Cambridge Institute, l’Ente che rilascia le certificazioni internazionali PET, FIRST e ADVANCED). Da quest’anno, inoltre, inizia un corso di liceo scientifico con inglese potenziato, progettato specificamente per gli studenti particolarmente motivati a conseguire anche una preparazione eccellente in lingua inglese.

Tuttavia, dobbiamo anche ricordare che, per il Piemonte e la Provincia di Cuneo in particolare, è molto utile anche la conoscenza della lingua francese: da parecchi anni esiste un ottimo corso di liceo scientifico bilingue, pensato per studenti motivati che intendano arricchire ulteriormente il bagaglio del liceo scientifico con una buona conoscenza del francese. Il corso è progettato in collaborazione con l’Alliance Française e consente di conseguire le certificazioni DELF B1 e B2.

Sia per quanto l’inglese che il francese, gli studenti hanno la possibilità di svolgere lettorati con docenti madre-lingua e stage all’estero in paesi anglofoni o francofoni.
La filosofia e la storia sono essenziali per il profilo culturale di tutti gli indirizzi liceali. I docenti del Dipartimento di Filosofia e Storia del Cocito, oltre all’attività curricolare, stimolano continuamente gli studenti a consolidare il loro pensiero analitico e critico anche attraverso la partecipazione a concorsi (con ottimi risultati ottenuti), realizzazione di prodotti multimediali, e anche dibattiti su argomenti di attualità sociale e politica, al fine di formare studenti che, oltre a possedere solide basi culturali, siano in grado di esercitare il loro ruolo di cittadini con piena consapevolezza e senso critico. Molto apprezzati sono, da anni, i laboratori di educazione ad dibattito politico, che consentono agli studenti di imparare a dibattere in modo maturo tra di loro, al fine di conciliare la difesa argomentata delle proprie convinzioni con il rispetto di quelle altrui, competenza fondamentale per una futura classe dirigente ben preparata a governare istituzioni democratiche.

Il programma di disegno e storia dell’arte comprende sia la parte di disegno tecnico (fondamentale per prepararsi a facoltà qual ingegneria, architettura, agraria...), anche con la possibilità delle patente europee CAD, sia la parte di storia dell’arte, particolarmente arricchita dalle visite guidate alle più importanti mostre locali e nazionali.

L’informatica, altra disciplina fondamentale, viene poi trattata:

come disciplina traversale di supporto in tutti i corsi di studio (con possibilità di conseguire facilmente la patente ECDL, spendibile all’università)

anche come disciplina scientifica specifica (programmazione con linguaggi ad alto livello) per gli studenti di scienze applicate, dal primo al quinto anno.
Il Liceo Cocito concilia la solidità dei valori e della serietà tradizionali con una fortissima apertura nei confronti delle nuove tecnologie:
  • Sito web interattivo con piattaforma didattica personalizzata per ciascuna classe con le dispense dei docenti, gli avvisi, i documenti di lavoro, ecc…
  • Lavagne interattive multimediali
  • Ben 11 laboratori moderni per l’apprendimento delle lingue, delle scienze, dell’informatica, del disegno tecnico
  • Unità di apprendimento e recupero on-line sulle competenze di base
Il Liceo Cocito dispone di un funzionale bar interno gestito dalla Cooperativa Sociale ALICE, in cui gli allievi hanno anche la possibilità di prestare volontariato a supporto dei ragazzi diversamente abili.

Inoltre, considerato l’ampio bacino di utenza servito dal Liceo Cocito, a cavallo delle province di Cuneo, Torino ed Asti (da Mombarcaro a Poirino, da Canelli a Farigliano), e visti i tagli ai bus pubblici, è possibile, per gli studenti, fermarsi a scuola a studiare fino al tardo pomeriggio, in locali accoglienti, riscaldati, con possibilità di ristoro e con la vigilanza dei collaboratori scolastici.
  • Possibilità di praticare moltissime discipline sportive, anche non convenzionali (badminton, rugby, scacchi, per i quali il Cocito è campione regionale e tra i primi posti a livello nazionale)
  • Laboratorio musicale (band e coro di Istituto)
  • Teatro Stabile del Liceo Cocito (in collaborazione con la nota Compagnia “Nostro Teatro” di Sinio)
  • Laboratori e concorsi di disegno, creatività artistica e fotografici
Grazie ad una serie di strumenti internazionali, è possibile, per gli studenti che lo desiderano e se la sentono, richiedere di frequentare il quarto anno all’estero.

In questo caso, i Docenti del Consiglio di Classe e il Dipartimento di Lingue straniere forniscono allo studente ed alla famiglia un’assistenza completa che va dalla scelta del Paese in cui svolgere l’esperienza ad un accompagnamento continuo durante l’anno all’estero alle strategie per reintegrarsi in modo efficace al Cocito per svolgere con profitto il quinto anno.

Per gli studenti particolarmente meritevoli, esiste anche la possibilità di Borse di studio.
I valori del Liceo Cocito sono fortemente ispirati a Leonardo Cocito, docente di lettere della scuola assassinato dal regime fascista. Dai suoi scritti e dalle testimonianze delle persone che l’hanno conosciuto si rivela un uomo che credeva in una scuola libera, democratica, pluralista e che servisse a sviluppare negli studenti il SENSO CRITICO, grazie al quale, da futuri cittadini, avrebbero potuto costruire una società migliore e non farsi ingannare dalle ideologie ingannevoli dei totalitarismi. Per questo al Cocito, fin dal primo giorno del primo anno, oltre a studiare con cura tutte le materie, i docenti pongono la massima attenzione alla costruzione del cittadino, che passa innanzitutto attraverso le seguenti fasi:
  • Identità culturale: sono consapevole di chi sono e da dove provengo? (anche culturalmente?)
  • Approccio democratico: tutti i cittadini sono uguali in modo sostanziale e non solo formale, per cui tutte le idee devono essere rispettate, anche se non sono condivise (art. 3 Costituzione italiana)
  • Senso critico: la scuola insegna agli studenti a mai lasciarsi trascinare dai/nei PREGIUDIZI, ma a seguire sempre la seguente imprescindibile catena logica: 1) fare esperienza della realtà; 2) impegnarsi in una riflessione ed analisi ragionevole e critica dell’esperienza vissuta; 3) formulare un GIUDIZIO PERSONALE AUTONOMO dell’esperienza vissuta.
  • Laicità (non laicismo): la scuola non s’ispira ad alcuna confessione religiosa; tuttavia riconosce e promuove i valori umani, ampiamenti condivisi, presenti in tutte le grandi religioni e favorisce il dialogo tra studenti appartenenti a religioni diverse e studenti non credenti; cerca di valorizzare al massimo, per chi se ne avvale, l’ora di religione, ma anche di fornire valide opportunità alternative (tra cui lo studio assistito, progetti di cittadinanza attiva e la possibilità di volontariato presso il bar interno, gestito dalla Cooperativa sociale “Alice”, interna alla scuola) per gli studenti che scelgono di non avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica
  • Multiculturalità (non multiculturalismo): la scuola insegna ad essere orgogliosi delle proprie origini, qualunque esse siano, e a rispettare al massimo tutte le altre culture, ripudiando categoricamente discriminazioni, pregiudizi, sillogismi e generalizzazioni nei confronti di ogni forma di “diversità”.