gli studenti delle classi quinte all Opificio Golinelli di Bologna

“Scienze in pratica”: è questa la frase che accoglie gli studenti all’ingresso dell’Opificio Golinelli di Bologna e che li introduce allo spirito di partecipazione che caratterizzerà la loro esperienza nel campo delle biotecnologie.
Nei giorni  22 e 23 febbraio,  come da tradizione ormai pluriennale, il Liceo scientifico “L.Cocito” di Alba   ha dato ai giovani delle classi quinte più interessati alla biologia l’opportunità di partecipare a questo stage, in modo che potessero così mettere alla prova le conoscenze acquisite durante il loro percorso formativo scolastico, approfondendole soprattutto da un punto di vista pratico. Durante i due pomeriggi,  infatti, si sono intrecciati fra loro momenti di laboratorio e momenti di giustificazione teorica di quanto visto, resi interattivi e coinvolgenti. Nelle loro postazioni  gli studenti, divisi in gruppi e coordinati dai vari tutor, hanno eseguito in modo completo l’operazione di estrazione e “screening” di DNA provenienti da diversi tipi di farine (quali grano,mais e soia), con l’obiettivo di identificare quali campioni fossero OGM (Organismi Geneticamente Modificati). Inoltre, hanno avuto modo di sviluppare una manualità di più alto livello, il cui insegnamento non è esclusiva prerogativa della scuola, e di riconoscerne l’importanza per un esito positivo dell’esperienza (tutt’altro che scontato), ovviamente appoggiandosi a solide conoscenze in campo chimico-biologico. Le professoresse di Scienze, che hanno organizzato l’iniziativa, hanno riscontrato una risposta entusiastica da parte degli studenti coinvolti, che hanno avuto modo di vivere il contatto con la scienza in un modo alternativo a quello strettamente didattico, un modo utile anche nell’ ottica di un futuro percorso di studi in ambito biotecnologico.                            Emilia Berardelli,  Giovanni Actis-Giorgetto                                                

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *