Attività del Dip. di Lettere

Da domenica 2 a mercoledì 5 settembre si svolgerà un corso intensivo di didattica del latino secondo il metodo Ørberg  (circa 24 ore),  organizzato in collaborazione con il Liceo Classico “G.Govone” e tenuto dal prof. Roberto Carfagni, fondatore della Schola Latina di Montella (AV). 

Il corso è riservato ai docenti di latino della provincia di Cuneo e saranno ammessi alla frequenza  i primi 15 iscritti. Verrà rilasciato attestato valido ai fini dell’aggiornamento.

Il link al modulo di iscrizione è il seguente: 

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeGKEcKzZ6pvH5GbEK3OPlXMeFpprsw_ZlazIf3Rd35dT4wPQ/viewform?usp=sf_link

 

classe vincitrice

Un genetista costretto ad improvvisarsi detective nel «paese più forte d’Europa»; una «fill’e anima» che dovrà  accettare le scelte difficili della madre adottiva; un padre e un figlio che ricostruiscono il loro rapporto in due notti insonni a Marsiglia; una piccola comunità di una cittadina americana dai tanti vizi  e dalle poche virtù alle prese con le lotte di potere per un posto nel consiglio cittadino…

Ecco quattro indizi per indovinare il titolo di altrettanti romanzi. Ebbene sì: con i libri si può anche giocare, persino a scuola, ed è quanto hanno fatto gli alunni delle sette classi seconde del Liceo nel pomeriggio del 7 giugno, in una sfida all’ultimo libro.

Il progetto, denominato Per un pugno di libri come l’omonima trasmissione televisiva, ha visto le classi dapprima sfidarsi su tre romanzi italiani contemporanei (M. Malvaldi, Milioni di milioni; M. Murgia, Accabadora; G. Carofiglio, Le tre del mattino); successivamente le tre squadre vincitrici hanno disputato la finalissima su Il seggio vacante di J. K. Rowling, più nota come autrice della saga di Harry Potter. Il ruolo di conduttore è stato svolto con grande professionalità  dal professor Paolo Ciliutti, voce storica di Radio Alba, nonché docente di lingua e letteratura inglese della nostra scuola.

È risultata vincitrice la classe II D, mentre al secondo e terzo posto si sono classificate rispettivamente la II C e la II E. E i premi? Ovviamente… libri!

 

 

Come avrebbe dato la notizia dei tumulti di San Martino, raccontati da Manzoni nei capitoli XII e XIII dei Promessi Sposi, un giornale milanese del 12 novembre 1628?

Benché i primi quotidiani compaiano in Italia solo all’inizio del Settecento,  gli studenti della 2G hanno provato ad immaginarlo: così, dopo aver esaminato dettagliatamente i capitoli in questione, si sono cimentati nella scrittura di un articolo di cronaca, di un’intervista “impossibile” al vicario di provvisione e di un editoriale (piuttosto reazionario, com’è lecito presumere che sarebbe stata la linea editoriale di un quotidiano del tempo sotto il dominio spagnolo).

Il tutto è stato poi impaginato in un’“edizione straordinaria” della Gazzetta di Milano che potete leggere a questo link: 2G_2018_TUMULTI SAN MARTINO

LUCREZIA BONARDO II F

Lucrezia Bonardo, allieva della classe II F – opzione Scienze Applicate – ha ricevuto la “Menzione Speciale” nella terza edizione del Certame fenogliano, indetto dal Liceo Classico “Govone” di Alba. La giovane studentessa  ha partecipato fuori concorso (essendo la gara riservata agli studenti delle classi quarte e quinte) e si è cimentata, come gli altri concorrenti, nell’analisi di un brano tratto dal romanzo Una questione privata,  confrontandosi «con coraggio con il testo fenogliano, sforzandosi di cogliere tutte le implicazioni, in particolare in relazione ai motivi di origine classica e biblica, e di offrirne anche un’analisi di tipo narrativo» (come recita la motivazione).

La cerimonia si è svolta sabato, 21 aprile, nella storica biblioteca dell’Istituto. La foto la ritrae mentre viene premiata dai professori Piercarlo Rovera e Luciano Marengo, rispettivamente ex preside e attuale dirigente dei licei Classico, Artistico e Scientifico di Alba.

A lei vanno i complimenti di tutto il nostro Istituto.  

locandina dell'evento

Si è parlato anche dell’esperienza del Liceo Cocito al convegno di studi dedicato a “Lo stato del latino in Italia”, organizzato da Alatin Academy e tenutosi a Torino il 26 febbraio nella sontuosa sede del Circolo dei lettori.
Il convegno è stato l’occasione per fare il punto, dati alla mano, sui due primi anni di lavoro (2015-2017). Tra il team Alatin e i relatori, docenti universitari e di liceo classico e scientifico, c’era anche la nostra professoressa Simonetta Vercelli, che ha presentato le strategie innovative sperimentate e le buone pratiche con cui i docenti, non senza la collaborazione dei nostri studenti, cercano di migliorare costantemente la didattica del latino, così da rendere lo sforzo dell’apprendimento meno gravoso e più appagante e consentire risultati soddisfacenti. Una lingua extra ordinaria, tutt’altro che morta, che tiene vivi mente e cuori.

Atomo

Atomo

 È lunga la strada verso la conoscenza: dopo l’incontro delle classi quinte con l’ing. Ferracin del CERN di Ginevra e lo spettacolo “Copenaghen” al Teatro Sociale di Alba, il nostro Liceo propone un incontro di approfondimento sul delicato rapporto tra scienziati e potere.

L’appuntamento, espressamente per gli studenti di quinta, ma aperto a tutti gli interessati, è per il prossimo mercoledì, 28 febbraio, alle ore 14.45.

Il prof. Daniele Ferrero e la prof. Simonetta Vercelli rifletteranno sulla responsabilità etica dello scienziato rispetto al risultato dei propri studi, partendo da due classici di storia della scienza: La scomparsa di Majorana di Leonardo Sciascia e Copenaghen di Michael Frayne.

LOGO OLI

Ecco i nostri studenti, determinati e assorti, durante le prove del 30/31 gennaio scorsi: hanno accettato la sfida con fair play, indossando la felpa del nostro Liceo.

Da regolamento, i semifinalisti del biennio sono due: Matteo Sottero della 1F e Sofia Magliano della 2G; per il triennio si è classificato Gabriele Bona della 3C.

Un grazie davvero speciale a tutti i nostri partecipanti e … in bocca al lupo ai semifinalisti, che se la vedranno a Cuneo con i migliori della regione!

LOGO OLI

Anche quest’anno diversi studenti del nostro Liceo si sfideranno online a colpi di morfologia e sintassi con i compagni di tutta Italia. E le squadre di biennio sono addirittura due!

L’iniziativa, nata nel 2011 per celebrare il centocinquantesimo dell’Italia unita, è organizzata dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana e il ministero degli Affari Esteri, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica. Le scuole iscritte sono 1183, per un totale di ben 59449 partecipanti.

L’obiettivo della manifestazione è sollecitare in tutti gli studenti l’interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua italiana, nonché promuovere e valorizzare il merito; perché no, anche divertendosi.

LOGO OLI OTTAVA EDIZIONE

A-LATIN ACADEMY

Il latino rappresenta una sfida intellettuale non scontata per i giovani oggi, sorprendentemente coerente con un taglio di studi “scientifico”.

Con questa consapevolezza il nostro Liceo investe energie e risorse in questa disciplina.

Negli anni la didattica è stata rinnovata. Mantenuto un irrinunciabile e rigoroso impianto linguistico, stiamo adottando diverse strategie e strumenti nuovi per l’obiettivo di sempre: conoscere, comprendere nella sua essenza e, perché no, amare la lingua latina.

Perciò largo anche a fumetti e supporti multimediali, non per rendere smart la disciplina (che peraltro non ne ha bisogno), né per semplificare le difficoltà aggirandole. Piuttosto per predisporre gli animi degli studenti alla capacità intrinseca del latino di sedurre, ovvero se-ducere, attrarre a sé chi entri nella sua orbita.

Dall’anno scorso ci gioviamo anche di A-latin: piattaforma digitale concepita espressamente per le esigenze degli studenti di latino di oggi. Un sistema “intelligente”, che impara progressivamente a conoscere le necessità degli utenti e propone esercizi ad personam, in base agli errori più frequenti. Un recupero e un rinforzo veramente in itinere.

Con le loro ipertecnologiche tabellae (tablet e smartphone) i nostri discipuli si cimentano in un ludus ad discendum (ossia un learning game, per chi non è, o ormai non è più, un cultore della lingua latina). Hanno missioni da compiere e obiettivi da conseguire. Un totalizzatore conteggia i punti ottenuti e quantifica l’orgoglio per le mete raggiunte.

link ad A-LATIN

 

Lo scrittore Beppe Fenoglio

Anche quest’anno gli studenti di alcune classi seconde hanno trascorso una giornata a San Benedetto Belbo, dove la voce appassionata di Paolo Tibaldi ha rievocato alcuni dei racconti fenogliani ambientati proprio in queste terre.
Puoi passeggiare con loro cliccando qui.