locandina dell'evento

Si è parlato anche dell’esperienza del Liceo Cocito al convegno di studi dedicato a “Lo stato del latino in Italia”, organizzato da Alatin Academy e tenutosi a Torino il 26 febbraio nella sontuosa sede del Circolo dei lettori.
Il convegno è stato l’occasione per fare il punto, dati alla mano, sui due primi anni di lavoro (2015-2017). Tra il team Alatin e i relatori, docenti universitari e di liceo classico e scientifico, c’era anche la nostra professoressa Simonetta Vercelli, che ha presentato le strategie innovative sperimentate e le buone pratiche con cui i docenti, non senza la collaborazione dei nostri studenti, cercano di migliorare costantemente la didattica del latino, così da rendere lo sforzo dell’apprendimento meno gravoso e più appagante e consentire risultati soddisfacenti. Una lingua extra ordinaria, tutt’altro che morta, che tiene vivi mente e cuori.

Atomo

Atomo

 È lunga la strada verso la conoscenza: dopo l’incontro delle classi quinte con l’ing. Ferracin del CERN di Ginevra e lo spettacolo “Copenaghen” al Teatro Sociale di Alba, il nostro Liceo propone un incontro di approfondimento sul delicato rapporto tra scienziati e potere.

L’appuntamento, espressamente per gli studenti di quinta, ma aperto a tutti gli interessati, è per il prossimo mercoledì, 28 febbraio, alle ore 14.45.

Il prof. Daniele Ferrero e la prof. Simonetta Vercelli rifletteranno sulla responsabilità etica dello scienziato rispetto al risultato dei propri studi, partendo da due classici di storia della scienza: La scomparsa di Majorana di Leonardo Sciascia e Copenaghen di Michael Frayne.

Universo oscuro

Venerdì 23 febbraio, nella biblioteca della nostra scuola, ci sarà il secondo Pomeriggio di Scienza organizzato quest’anno.
Il tema sarà di ancora una volta un argomento di “attualità” scientifica: la materia oscura, elemento tanto sfuggente del nostro universo, che tenteremo di afferrare almeno in parte.
Tutti gli studenti sono ovviamente invitatissimi, e, con loro, tutti i genitori o amici che volessero saperne di più.

Universo oscuro

Le classi quinte del “Cocito” hanno recentemente fatto visita alla mostra Toulouse-Lautrec. ll mondo fuggevole, allestita nelle sale di Palazzo Reale a Milano. Seguendo il progetto espositivo, articolato in sezioni tematiche, i ragazzi sono stati condotti nell’evoluzione stilistica dell’autore, di origine aristocratica ma testimone della Parigi dei bassifondi e delle case chiuse, visitando oltre 250 opere tra dipinti, litografie, acqueforti e la serie completa dei manifesti realizzati dall’artista. La visita al capoluogo milanese è stata anche l’occasione per raggiungere il Quartiere Milano 2000 dove, fra i molteplici e arditi scorci architettonici, i ragazzi hanno potuto ammirare il celebre Bosco Verticale: un complesso di due palazzi residenziali a torre, progettato dal Boeri Studio, che prevede un interessante progetto di riforestazione metropolitana.

LOGO OLI

Ecco i nostri studenti, determinati e assorti, durante le prove del 30/31 gennaio scorsi: hanno accettato la sfida con fair play, indossando la felpa del nostro Liceo.

Da regolamento, i semifinalisti del biennio sono due: Matteo Sottero della 1F e Sofia Magliano della 2G; per il triennio si è classificato Gabriele Bona della 3C.

Un grazie davvero speciale a tutti i nostri partecipanti e … in bocca al lupo ai semifinalisti, che se la vedranno a Cuneo con i migliori della regione!

Con riferimento alle iniziative di orientamento vi ricordiamo che da lunedì 19 febbraio a venerdì 23 febbraio 2018 presso il Campus Luigi Einaudi (CLE) in Lungo Dora Siena, 100/A – Torino, si svolgeranno le Giornate di Orientamento.
L’evento prevede un calendario di incontri a cura delle Scuole/Dipartimenti che presenteranno la propria offerta formativa secondo il calendario disponibile clicca qui

Ricordiamo inoltre che tutte le presentazioni saranno visibili on line in diretta streaming sulla web tv Unito media: www.unito.it/media.

Segnaliamo inoltre che saranno presenti per l’intera durata della manifestazione gli stand delle Scuole, dei Dipartimenti e di alcuni servizi per gli studenti con il seguente orario:
– lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 9 alle ore 18
– giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 17.45

Cordiali saluti
Sezione OTP


Università degli Studi di Torino
Direzione Didattica e Servizi agli Studenti
Sezione Orientamento, Tutorato e Placement
Vicolo Benevello, 3/A – Torino
Tel +39 011 670 4933

Il 25 gennaio Paolo Ferracin, ricercatore del CERN, ha presentato ai nostri studenti delle classi quinte l’attività del CERN e in particolare il suo lavoro di ricerca sui magneti superconduttori costituenti dell’LHC, il più grande acceleratore di particelle (anello di 27 km di circonferenza) per ora realizzato nel mondo. Oltre a illustrare i risultati ottenuti e la direzione del lavoro futuro, il dottor Ferracin ha guidato i presenti ad una riflessione più ampia sulla ricerca di base. La ricerca nasce dalla curiosità di saperne di più sulle cose, che magari oggi sembra non avranno mai una ricaduta sulla vita di tutti; e così i ricercatori del CERN nel 1989 hanno inventato il WEB per poter scambiare informazioni con altri centri di ricerca, ed ora questa invenzione permea la nostra quotidianità; i magneti superconduttori servono a deflettere o collimare fasci di particelle nell’acceleratore, ma sono diventati un costituente essenziale del macchinario per fare esami diagnostici come la Risonanza Magnetica. Questo rende consapevoli tutti della necessità di continuare a fare ricerca anche se non sempre se ne vedono i risultati nell’immediato.

      

Dalle parole degli studenti: “ L’ingegnere nucleare Paolo Ferracin ha saputo spiegare con parole semplici, ma efficaci il funzionamento dell’acceleratore di particelle LHC. E’ stato un incontro interessante, capace di catturare l’attenzione di noi studenti”; “Ci ha coinvolti nell’emozionante attesa che vivono gli scienziati quando il loro lavoro, che ha richiesto anni di ricerca, viene sottoposto a verifica”. Nei primi giorni di aprile un gruppo di 90 studenti di quinta del nostro Liceo andrà a visitare i laboratori del CERN a Ginevra.