Iscrizioni online

MODALITA’ ISCRIZIONI ON LINE

STUDENTI PRIMO ANNO

dal 16 gennaio al 6 febbraio 2018

  1. Individuo sul sito del MIUR in “Scuola in chiaro” il codice dell’istituto a cui iscriversi.
    Per il Liceo Scientifico “COCITO” è CNPS030008
  2. Vado su istruzione.it/iscrizionionline
  3. Mi registro seguendo le indicazioni.
  4. All’indirizzo di posta elettronica che ho indicato arriva un CODICE personale di accesso al servizio. Si potrà utilizzare in alternativa il codice SPID, se posseduto.
  5. Su “Iscrizioni on line” con
    – CODICE PERSONALE o CODICE SPID e
    – CODICE SCUOLA CNPS030008
    procedo all’iscrizione compilando il modulo. Viene richiesto anche codice Scuola Media di provenienza.
    È obbligatoria la compilazione dei campi segnati con asterisco, per gli altri la compilazione è facoltativa.
  6. Attendo mail di conferma acquisizione domanda.
  7. A fine giugno consegno a scuola la documentazione richiesta (vedi sito http://www.liceococito.gov.it) .

 

Quest’anno il nostro istituto ha partecipato al concorso indetto dalla Fondazione CRC “Conoscere la borsa” con due team. La squadra “Tri w Alba” composta da Matteo Ripa, Simone Garello e Davide Volpe si è classificata prima a livello locale. La partecipazione degli studenti ha anche costituito un progetto sperimentale di alternanza scuola lavoro, grazie al quale i partecipanti si vedranno riconosciute quaranta ore. Dato il successo dell’iniziativa, l’anno prossimo ripeteremo l’esperienza auspicando una partecipazione più ampia. Intanto facciamo i complimenti al team “Tri w Alba” per l’ottimo risultato.

LOGO OLI

Anche quest’anno diversi studenti del nostro Liceo si sfideranno online a colpi di morfologia e sintassi con i compagni di tutta Italia. E le squadre di biennio sono addirittura due!

L’iniziativa, nata nel 2011 per celebrare il centocinquantesimo dell’Italia unita, è organizzata dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana e il ministero degli Affari Esteri, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica. Le scuole iscritte sono 1183, per un totale di ben 59449 partecipanti.

L’obiettivo della manifestazione è sollecitare in tutti gli studenti l’interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua italiana, nonché promuovere e valorizzare il merito; perché no, anche divertendosi.

LOGO OLI OTTAVA EDIZIONE

Per gli allievi iscritti alla competizione, sono disponibili le schede-quiz assegnate negli ultimi tre anni complete di soluzioni al fine di allenarsi e mettere alla prova la propria preparazione: clicca sui link per consultare le

schede 2015     schede 2016     schede 2017

Ricordiamo che lo studio va fatto sulle dispense disponibili all’indirizzo http://www.isn.cnr.it/index.php/materiale-didattico-2018/

Olimpiadi Problem Solving

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli ordinamenti Scolastici e la valutazione del sistema nazionale d’istruzione – promuove per l’anno scolastico 2017-2018, le competizioni di informatica denominate “Olimpiadi di Problem Solving”, rivolte agli alunni della scuola dell’obbligo; la finale della competizione si svolgerà a Cesena il 27 e 28 Aprile 2018.
Le competizioni riguardano la scuola dell’obbligo e si svolgono su tre distinti livelli, do cui uno riguarda il biennio della Scuola Superiore.
Le gare sono di tre differenti tipologie: risoluzione di problemi, coding/programmazione e coding/makers.
Le Istituzioni scolastiche individuano, entro il 15 marzo 2018, le squadre e gli studenti che partecipano alla fase regionale.
Per qualsiasi informazione fare riferimento al prof. Martini.

 

PRATO NEVOSO  ( 16-17-18 Gennaio 2018)    PROGETTO PES ( Progetto Educativo Sci)
 Si è conclusa con successo la gita di 3 giorni a Prato Nevoso proposta all’interno del  Progetto PES        (organizzato dalla regione Piemonte con la collaborazione del CUS To e la scuola maestri sci di Prato Nevoso) al fine di coinvolgere maggiormente gli alunni nella pratica degli sport invernali e nel loro apprendimento, nella scoperta consapevole del territorio alpino del Piemonte e nell’acquisizione della cultura della montagna. 
Attività sportive svolte: Sci Alpino e  Snowboard, a vari livelli.
Nella pratica di queste attività gli alunni sono stati seguiti da personale qualificato in modo da favorirne l’apprendimento e assicurare loro tranquillità e sicurezza . Apprezzabili sono stati i miglioramenti dei nostri ragazzi molti dei quali erano alle prime esperienze.
Fra le attività educative proposte ci sono stati anche i  CORSI CON I MAESTRI SCI E SNOWBOARD, al pomeriggio, in lingua inglese, e un’ora di teoria sulla Sicurezza in pista e codice dello sciatore ,gli incidenti in montagna e la ricerca in valanga, il soccorso alpino e il 118 con i suoi interventi.
A detta dei ragazzi è stata una bella esperienza…da ripetere.
Un ringraziamento particolare ai colleghi Martini Alberto, Buongarzone Roberto e Paoletti Luca che, oltre ad essere degli ottimi sciatori e quindi sempre puntuali nella vigilanza sulle piste, si sono dimostrati degli ottimi collaboratori nella gestione delle giornate!
M.Laura Cicogna

                                                                                                  

“Che animale vorresti essere?” O meglio, “chi vuoi essere?”

L’uomo, a differenza degli altri animali, cerca costantemente di essere qualcos’altro, qualcun altro. Nessuno cerca di essere semplicemente se stesso, come se fosse una cosa da poco, banale. Semplice, no? “Semplice”, e non “facile”, perché la semplicità ha bisogno di un grande ragionamento dietro.

Ultimamente siamo attratti dalle cose più complesse e svariate, dalle particolarità e dall’eccesso. E’ un bene essere sempre alla ricerca delle novità, credetemi, ma nessuno si sorprende più davanti alla consuetudine, davanti al “tutti i giorni”. Noi sì, avete sentito bene. Noi, sì. Nella semplicità degli antieroi che andremo a rappresentare saremo eroi per noi stessi.

E’ con ansia e frenesia, adrenalina nel sangue ed estrema curiosità, che ascoltiamo Paolo mentre pronuncia il titolo dell’opera: non aspettavamo altro.

Mi rendo conto che parlare di qualcosa senza nominarla è un po’ complesso perché ci siamo tutti abituati ad identificare le idee, le sensazioni e gli attimi con l’utilizzo delle parole, ignorandone il vero significato. Per semplificarci la vita, allora, la chiameremo “La cosa”.

“La cosa” forse non vi piacerà, gentili spettatori, perché non apprezzate l’uggiosa routine del mondo. Quello che non sapete, è che non ci fermeremo al vostro compiacimento, il nostro scopo non è farvi piacere “La cosa”. Noi faremo di più: risveglieremo l’interesse animale che dimora nelle vostre viscere, intrigheremo il vostro animo e vi porteremo a volerne sempre di più.

Al mio primo anno di laboratorio ognuno di noi scrisse un consiglio al proprio personaggio prima di andare in scena, i bigliettini furono rimescolati e  ad ognuno di noi ne capitò uno diverso. Il mio diceva “E’ il tuo personaggio, sì, e lui sta per entrare in scena… oddio… zitto! Vai, corri a prenderlo!”.

Corre, sfugge a tutti, è apprezzata da pochi. E’ accessibile a chiunque, è rotonda verità e pungente menzogna. E’ l’espressione più sincera dell’esistenza dell’uomo. 

Signore e signori, ecco a voi, La Cosa.

Chaimae Sellak